54d243faa59e05340ae1f566_tenute_salvaterra_logone.png54d33666e214ae456cda1938_essenza_txt.png
IL VINO
UNA STORIA DI TERRA.

Un mattino, di cinquant’anni fa, un viticoltore portò
i due giovani nipoti nella sua vigna nelle colline della Valpolicella.
Da lì si vedeva tutta la vallata del Veronese.
“Guardate questa terra, toccatela, sentite come è umida?”
La terra odorava di argilla, era morbida e rossa. 
“Vedete là sotto, tutti che devono irrigare la terra?
Qui è la terra a irrigarsi da sola, 
fra terra e roccia c’è la marna che fa salire l’acqua…”.
I due nipotini furono colpiti da quella storia
e  per un po’ credettero che il nonno stesse scherzando.
Poi, col tempo, capirono. 
Era quello il segreto di quel vino così buono,
che piaceva a tutti quelli che lo assaggiavano.
Oggi i due fratelli continuano a coltivare
le vigne nelle Tenute SalvaTerra integrando nuove tecnologie 
con i metodi antichi, senza mai dimenticare da dove parte tutto: la terra.

GENTE DI VINO

Le Tenute SalvaTerra nascono a San Pietro in Cariano, nel cuore della Valpolicella,
dall’incontro della passione dei fratelli Furia ed un gruppo di imprenditori che hanno creduto
in un grande progetto di territorio, di qualità ma soprattutto di squadra.
Il vino richiede amore, esperienza, competenza, tempo e dedizione totale.
Nelle Tenute SalvaTerra ognuno condivide una visione del vino e del lavoro orientata all’eccellenza, un circolo virtuoso che genera qualità. Ognuno sa che il proprio intervento sarà determinante per il risultato degli altri, per questo ognuno dà il massimo ogni giorno.

Le vigne,
le nostre eccellenze.

La Tenuta di Prun di Negrar, uno dei vigneti più alti della Valpolicella a circa 500 metri slm, comprende le meravigliose cave di marmo utilizzate per la costruzione dell’Arena di Verona. È veramente unica, con la terra rossa scagliosa separata dalla pietra da uno strato di marna da cui si produce la Riserva Amarone Classico “Cave di Prun” 

Ulivi e ciliegi caratterizzano il paesaggio della Tenuta di Mezzane, con vigneti tra i 400 e i 450 metri slm. Il vento ne trasporta aromi e profumi fino alle vigne appoggiate su terreni argillosi che tendono a dilavarsi, erodersi e modificarsi continuamente con le piogge. Una terra che crea vini strutturati e corposi, vocata alla produzione di Amarone e Ripasso in cui si ritrovano e si esaltano i tipici profumi di questa valle, ciliegia, bacche rosse. 

Nel brolo di Villa Giona, storica residenza del XVI secolo, protetta dalle colline di Castelrotto, vengono prodotti vini unici. Le caratteristiche del vigneto, con un sesto di impianto di 9.600 ceppi per ettaro con un limite di produzione massima di un kg per pianta fanno ottenere dei vini con concentrazione e qualità assolutamente uniche. 

Le  Tenute di Vescovana e Stanghella sono situate nei Colli Euganei, terre particolarmente vocate alla produzione del Pinot Grigio e del Prosecco e caratterizzate da forti escursioni termiche tra giorno e notte, che permettono lo sviluppo di sostanze aromatiche nell’uva in fase di maturazione. Il terreno di origine alluvionale, prevalentemente argilloso-limoso, è ricco di minerali e microelementi che conferiscono ai vini eleganti note minerali.

I NOSTRI VINI

5502c7f17a851c880c694ef0_foto_linea_bottiglievini.png
54d4c4cc24c957e253bd5d4e_foto_linea_bottiglievini_m.png